Tartine tiramisù senza zucchero e senza glutine

Tartine tiramisù senza zucchero e senza glutine

cell Laura 631

Adoro il tiramisù e questa versione mignon la trovo perfetta da proporre per un buffet, ci si può infatti servire da soli senza il bisogno di prendere piattino e cucchiaino. Il problema sarà però farne tanti perchè uno tira l’altro! 😀

Ispirata dai Piccoli tiramisù di Luca Montersino, ho un pò riadattato la ricetta ai miei gusti. In più con pochi piccoli accorgimenti ho reso la ricetta senza glutine e usando il maltitolo invece che lo zucchero semolato si da la possibilità anche a chi ha problemi di diabete di poter mangiare un dolcino goloso senza alterare la glicemia. 😉

Dove reperire questi ingredienti? il cioccolato al maltitolo si trova con marchio Coop, il maltitolo lo potete acquistare nei negozi specializzati di pasticceria, negli shop on line oppure in farmacia. Non siete nè celiaci nè diabetici? benissimo, sostituite il maltitolo con lo zucchero semolato, usate il cioccolato fondente normale e la farina 00 al posto di quella di riso!

N.B.: Per preparare queste dolci tartine attrezzatevi con: stampo in silicone  a semisfere da 3 cm di diametro, stampo in silicone savarin da 4 cm di diametro e coppapasta diametro 5 cm. 

Tartine sableè al cacao:

180 gr di farina di riso

50 gr di cacao amaro

125 gr di burro

85 gr di maltitolo

30 gr di farina di mandorle

1 uovo medio

un pizzico di sale

Sbattere il burro morbido insieme al maltitolo poi aggiungere piano piano l’uovo sbattuto. Quando saranno ben amalgamati aggiungere le farine setacciate con il cacao e infine il sale. Stendere il composto tra due fogli di carta dello spessore di mezzo centimetro e riporre in frigo. Accendere il forno a 160 °. Trascorsa una mezz’ora coppate con uno stampino, andrà bene anche un beccuccio da sac a poche, basta che sia poco più grande del diametro che utilizzerete per la crema mascarpone e formate tanti biscottini. Cuoceteli per 15/20 minuti circa. Io ho usato teglia microforata e Forosil.

Gelèe al cioccolato e caffè:

160 gr di caffè espresso

175 gr di acqua

200 gr di maltitolo

150 gr di panna liquida fresca

50 gr di cacao amaro

25 gr di gelatina in polvere (o pari quantità di gelatina in fogli)

170 gr di cioccolato fondente al maltitolo

Mettete la gelatina in 125 gr di acqua fredda e tenere da parte. Versate in un pentolino il caffè, l’acqua e il maltitolo quando arriva a bollore aggiungere la panna ed il cacao. Quando raggiunge di nuovo il bollore versare sul cioccolato fatto a pezzettini e aggiungere la gelatina idratata. Girare con la spatola e poi emulsionare con il minipimer. Versare la gelèe negli stampini a semisfera e trasferire in freezer.

la crema mascarpone:

100 gr di tuorlo

150 gr di maltitolo

250 gr di mascarpone

250 gr di panna fresca

12 gr di gelatina in polvere (o pari quantità di gelatina in fogli)

Mettere la gelatina in 60 gr di acqua fredda e tenere da parte. Montate il mascarpone insieme alla panna. Montare invece i tuorli con il maltitolo finchè non schiariscono e diventano belli gonfi. Prelevate una parte e scaldatela al microonde, unite la gelatina idratata e poi mescolatela con il resto del composto di tuorli. A questo punto unite mescolando dal basso verso l’alto il composto di tuorli al mascarpone con la panna. Versate la crema ottenuta negli stampi a savarin e congelate.

il montaggio:

Prendete un biscottino e adagiate prima il savarin e sopra la semisfera. Io ho usato per decorazione un pallino di zucchero però il top sarebbe sporcare un chicco di caffè con un pò di polvere alimentare dorata e posizionarlo in cima alla semisfera.

20150427_084735

Vedrete che la quantità degli ingredienti sarà maggiore del numero di stampini in silicone e allora se ne avete altri di altre misure e forme date spazio alla fantasia. I miei sono mignon da un boccone ma nessuno vi vieta di creare un dolce monoporzione oppure, perchè no, anche una torta intera.

Un trucchetto a proposito di buffet, siccome quando si organizza un buffet le preparazioni da fare sono tante, con questo dolcetto vi potete preparare tutto in anticipo e montare le tartine anche poche ore prima di servirle. In estate poi vedrete che saranno pronte in poco tempo, oppure le potrete conservare in frigo.

con questa ricetta partecipo al contest “Prelibatezze da buffet”  del blog “Il Pomodorino Confit”.

pomodorino 02

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...